UV-C cavitazione controllata

UV-C Cavitazione controllata

Intensificazione della sterilizzazione con UV-C, integrati alla cavitazione controllata
I sistemi di disinfezione a ultravioletti sono da tempo impiegati in ambito alimentare, chimico e farmaceutico per il miglioramento della qualità dei prodotti ed il controllo dell’igiene nei processi produttivi, data la loro semplicità di utilizzo e di installazione.

I raggi UV-C eliminano Batteri, Virus, Funghi, Spore, Muffe ed Acari distruggendone il DNA, ed inibendone la riproduzione e la proliferazione.

I raggi UV-C eliminano Batteri, Virus, Funghi, Spore, Muffe ed Acari distruggendone il DNA, ed inibendone la riproduzione e la proliferazione.

Fig.1: effetto delle radiazioni UV-C sulle catene di DNA/RNA dei M.O.

Tuttavia, le attuali tecnologie convenzionali di disinfezione a raggi UV-C, trovano limiti di applicabilità più il prodotto è viscoso e opaco, poiché viene ridotto il potenziale di irradiazione nel liquido.

SOLDO Cavitators®, con l’effetto di Refresh, permette di ottimizzare e intensificare l’effetto delle radiazioni UV-C qualsiasi sia la viscosità e l’opacità del prodotto, massimizzando così l’applicazione di sterilizzazione.
Infatti, Le onde d’urto generate dalla cavitazione controllata direttamente nel liquido, permettono un continuo rimescolamento della superficie (refresh), comportando un trasferimento di massa più elevato. Questo permette di avere sempre “nuovo” prodotto a contatto con le lampade UV-C, garantendo quindi una disinfezione efficace e istantanea anche con prodotti molto opachi, densi e viscosi.

Integrando i sistemi di disinfezione a ultravioletti con la tecnologia SOLDO Cavitators® è possibile condurre in modo istantaneo e efficiente molteplici applicazioni come disinfezione dell’acqua e dei prodotti liquidi, pastorizzazione a freddo, decolorazione e polimerizzazione, con i vantaggi unici che apporta l’energia fisica della cavitazione controllata:

  • Esposizione del prodotto ai raggi UV continua ed efficace grazie all’effetto Refresh.
  • Maggiore flessibilità con qualsiasi grado di viscosità e opacità dei liquidi.
  • Minore superficie di irradiamento richiesta, con conseguente riduzione nell’uso di lampade UV-C.
  • Maggior efficacia di irradiamento con conseguente minor consumo energetico.
  • Superficie di contatto massimizzata, tecnologia più compatta e ingombro ridotto.

Fig.2: esempio di lampade UV-C integrate con la cavitazione controllata